Anghiari, grande partecipazione all'evento della Unione

84be26222620ec7007cc1f30a99d3af11e221c0a fullUn’ampia partecipazione dei rappresentanti di alcuni dei più longevi marchi italiani – da Torrini 1369 ad Amarelli 1731, da Giusto Manetti Battiloro 1820 a Costella 1828, da Galleria Frilli 1860 a Poli Distillerie 1898 – ha caratterizzato l’incontro promosso dalla Unione Imprese Centenarie Italiane ad Anghiari (Arezzo) presso l’associato Tessitura Busatti 1842.

L’evento, tenutosi sabato 25 settembre, ha costituito la prima occasione di confronto tra gli associati della Unione dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria e si è sviluppato con una visita alla storica Tessitura Busatti, vera eccellenza del territorio aretino e brand ben conosciuto a livello internazionale, quindi con un esclusivo momento conviviale. Si è trattato di un momento importante per fare il punto sui progetti associativi e sui grandi temi legati alla longevità imprenditoriale e ai valori del patrimonio storico e culturale del Made in Italy. Anche in proiezione del prossimo appuntamento nazionale fissato per il 20 novembre, quando la Unione Imprese Centenarie Italiane sarà presente con una serie di iniziative alle celebrazioni di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21.

“Abbiamo avuto oggi una piena rappresentazione dal punto di vista della tradizione dell’imprenditoria italiana che si rinnova quotidianamente e che può quindi contribuire a tutto quello che costituisce l’ambito produttivo del territorio – ha spiegato Livio Sassolini, amministratore delegato della Tessitura Busati 1842, sottolineando l’importanza del ricambio generazionale e dell’attenzione da riservare alle nuove generazioni – Mio padre e mia zia che erano i soci dell’azienda hanno deciso di lasciare, quando erano ancora in piena forma, a me, mio fratello e mio cugino. Stiamo ancora portando avanti il nostro nome della Busatti con l’apporto della generazione precedente che ci aiuta. Io lancio anche un invito a tutte le attività: guardate sempre ai giovani perché il futuro appartiene a loro”.

A questo link il servizio realizzato dall’emittente televisiva Teletruria.

https://www.youtube.com/watch?v=x0AVtJi31fw

www.busatti.com