fofo marinelliLo scorso 12 ottobre si è tenuta la cerimonia di premiazione della XXXIX edizione del Premio Columbus organizzato dal Rotary Club Firenze Est. La nostra associata Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli 1905 è stata premiata per il settore "arte".

Di seguito la motivazione Premio per l’arte Columbus 2020 che è stata letta dalla Dott.ssa Cristina Acidini Luchinat.

Incessante e qualificato impegno nel continuare un’antica arte fiorentina e toscana e nel diffondere opere d’arte antiche e nuove in numerosi paesi e continenti, in particolare nelle Americhe, fanno della fonderia diretta da Ferdinando Marinelli un’eccellenza senza eguali nell’ambito delle lavorazioni artistiche con origini antiche e illustri. Operando in continuità con la magistrale attività degli scultori e fonditori del cinquecento a Firenze, città che può a ragione considerarsi la capitale della scultura del Rinascimento, appartengono alla sua genealogia professionale Giambologna, Pietro Tacca, Giovanbattista Foggini, Clemente Papi, Ludovico e Pietro Galli.

Nel 1900 nella Fonderia di Gusmano Vignali, già Papi Galli, un giovanissimo Ferdinando Marinelli, nato a Piegaro, in provincia di Perugia, nel 1887, apprende le lavorazioni a cera persa di origine rinascimentale per poi mettersi in proprio nel 1905.

Con Ferdinando Junior, la Fonderia continua l’attività a Barberino Val d’Elsa creando opere da capolavori esistenti o da modelli originali di artisti viventi. Porte, statue, gruppi e fontane, raggiungono sedi prestigiose in Italia e all’estero. Escono dalla Fonderia le porte per il Duomo di Siena, Santa Maria Maggiore a Roma, il Santuario di Oropa presso Biella, e rilievi per il Vaticano; le riproduzioni delle naiadi del Giambologna della fontana del Nettuno a Firenze vengono acquistate dalle Nazioni Unite per la sede di Ginevra nel 1968. In America già nel 1949/50 arriva il gruppo equestre “The Sacrifice” di Leo Friedlander, uno dei quattro monumenti componenti “The Arts of War” and “The Arts of Piece” per l’Arlington Memorial Bridge di Washington DC dono dell’Ambasciatore italiano negli Stati Uniti Alberto Tarchiani. Nel 1953 il Monumento a Cristoforo Colombo di Giovanni Cappelletti è destinato a Newport, Rhode Island. A Montevideo in Uruguay, tramite il Governo Italiano, approdano le riproduzioni dei monumenti equestri a Colleoni di Andrea del Verrocchio e Gattamelata di Donatello. Nel 1956 ha realizzato la gigantesca porta del palazzo arcivescovile di Bogotá in Colombia alta 8 metri. E’ del 1989 la statua del Presidente Dwight Eisenhower di Robert Dean per l’ambasciata americana di Londra ed è del 2001 la monumentale fontana di Sergio Benvenuti con sette cavalli Broncos presso lo stadio di football a Denver, Colorado.

www.fonderiamarinelli.it